Blog Egitto scoperto antico laboratorio di mummificazione

July 16, 2018by admin0

Nuova scoperta in Egitto:

Gli archeologi egiziani e tedeschi hanno trovato un certo numero di camere funerarie, con tre bare di legno, un sarcofago di pietra calcarea e una mummia, oltre a un corredo funebre per l’aldilà.

Saqqara nuova scoperta:

 

La scoperta che comprende un laboratorio di mummificazione e un pozzo, utilizzato come luogo di sepoltura comune, si trova nella necropoli di Saqqara di Memphis, la prima capitale dell’antico Egitto. Memphis, patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, e la sua vasta necropoli ospitano una vasta gamma di templi e tombe, nonché le tre famose piramidi di Giza.

 

Laboratorio di mummificazione:

Il “laboratorio”, situato a 30 metri sotto terra, risale alla 26a dinastia. Sono stati trovati cinque sarcofagi, 35 mummie, una bara di legno e diversi vasi per gli oli usati nella mummificazione. “È l’inizio di una nuova scoperta, dovremo lavorare sul sito per molto tempo”, ha dichiarato il ministro per le Antichità, Khaled al-Anani, durante la conferenza stampa per l’annuncio della scoperta.

Nel laboratorio di mummificazione è stata trovata una cachette per imbalsamatori che conteneva una grande collezione di vasi di ceramica, viscere e misurini. Gli archeologi ritengono che i risultati riveleranno di più sugli oli usati nel processo di mummificazione nella 26a dinastia.

“Siamo di fronte a una miniera d’oro di informazioni sulla composizione chimica di questi oli”, ha detto Ramadan Hussein, il capo della missione tedesco-egiziana, alla conferenza stampa.

Il “laboratorio”, situato a 30 metri sotto terra, risale alla 26a dinastia. Sono stati trovati cinque sarcofagi, 35 mummie, una bara di legno e diversi vasi per gli oli usati nella mummificazione. “È l’inizio di una nuova scoperta, dovremo lavorare sul sito per molto tempo”, ha dichiarato il ministro per le Antichità, Khaled al-Anani, durante la conferenza stampa per l’annuncio della scoperta.

La maschera:

Tra le scoperte c’era anche qualcosa di straordinario: una delle bare conteneva una maschera indossata dalla mummia, fatta di argento dorato, con gli occhi intarsiati di calcite, ossidiana e una pietra nera che poteva essere onice. Una maschera di questo tipo non è stata trovata dal 1939.

La squadra è stata in grado di capire l’identità di chi la indossava: era il secondo sacerdote della dea madre Mut e il sacerdote della dea Niut-shaes, una forma serpeggiante di Mut. Lui visse e morì durante la 26a dinastia, il Saite-Persiano che ha scoperto che questa maschera poteva essere definita una sensazione, disse Hussein. “Pochissime maschere di metalli preziosi sono state conservate fino ai giorni nostri, perché le tombe della maggior parte degli antichi dignitari egiziani sono state saccheggiate nei tempi antichi”.

“È solo l’inizio”, ha aggiunto il ministro delle Antichità Khaled al-Anani. Ha detto ai giornalisti che i siti produrranno probabilmente più scoperte dopo ulteriori scavi
.

M

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

GET THE LATEST OFFERSSubscribe To Newsletter

    NEED MORE INFO?Call Us

    0115-268-416
    0155-550-1062

    STAY TUNEDFollow Us